Archivi tag: dormire in stazione

Una Provincia ospitale

La provincia di Modena è un territorio ospitale. Non solo per i turisti a cui offre cultura, gastronomia, storia e motori, ma anche per i profughi, per chi chiede asilo politico. Stanotte la Provincia di Modena ha ospitato sulla sua … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina | Contrassegnato , , , | 18 commenti

Cuccetta riservata

È angusta la cuccetta che si è scelto in stazione. Alcuni, per dormire, preferiscono il corridoio, vicino alle colonne, dove si possono stendere le gambe, anche se la luce del mattino passa presto dalle vetrate e tocca poi coprirsi la … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina, Vite in viaggio | Contrassegnato , , , | 8 commenti

Motel stazione

Sono già piene le stanze del Motel stazione. Il sottopasso appare un obitorio improvvisato di corpi ricoperti con inesattezza. Manca un’ora a mezzanotte, ma qui s’arriva presto che i posti migliori se ne vanno come il pane e non c’è TV … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina | Contrassegnato , , , , | 14 commenti

Spazi vitali

Non è la consistenza della panchina a disturbarmi, ma la mancanza di spazio. Questo dovermi piegare, ridurre, rinunciando ad ogni possibilità di occupare il mio volume, reclamare il mio ingombro nel mondo. Una costante della mi esistenza la mancanza di … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti | Contrassegnato , , , , | 16 commenti

Il buon giorno si vede dal trenino

  Il letto è sfatto, il giaciglio abbandonato, le borse col guardaroba appoggiate di lato. Strategicamente piazzato sul finire del primo binario, dopo la panchina, tra i bagni e il bar. Nessuno tocca i suoi averi. Si guarda e si passa. … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti, Storie di banchina | Contrassegnato , , , | 12 commenti

Hotel Stazione

  Ha una singola al piano sottopassaggio dell’hotel Stazione. Una stanza a buon mercato, piuttosto rumorosa e trafficata, soprattutto di primo mattino, ma spaziosa e con un’ottima vista sul viavai pendolare. Ha poi un valore aggiunto per lui: il rumore dei … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina | Contrassegnato , , , | 23 commenti

Rime stonate di stazione notturna

 Dorme di notte la stazione. Cambia faccia, cambia umore. La frenesia si spegne come luce da un interruttore, la folla si dirada con l’avanzare delle ore. Spariscono i quotidiani pendolari, rimangono i pochi viaggiatori occasionali. Niente ristoro dal bar che … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina | Contrassegnato , , | 28 commenti