Archivi tag: Uomini

Gli obliterati: L’uomo in beige

Accodato sulla piattaforma tra i due vagoni, in attesa per la discesa, un uomo. Quarantenne, forse, completo beige, di lino, cadente, spiegazzato. Appeso alla cintura un astuccio porta cellulare, in pelle, liso, non più nero. A terra una ventiquattrore e una … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti, Storie di treno | Contrassegnato , , | 7 commenti

Tutti giù per terra

Cumuli di neve ricordano con nostalgia il tempo in cui erano candidamente bianchi. Compattati e “inzozzati” dalle pale dei trattori, se ne stamnno tristi ad occupare una buona parte dei parcheggi delle stazione vendicandosi così dell’affronto subito. I pendolari, lungi dal … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno, Vita da Pendolante | Contrassegnato , , , , , , | 19 commenti

Il computatore

Appollaiata sullo sgabello del bar della stazione, mi concedo il primo caffè della giornata. Non ho particolarmente fretta di arrivare al lavoro e temporeggio, filtrando il mondo attraverso la vetrata. Ma lo sguardo inciampa sull’uomo in trench, seduto, senza consumazione. … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti | Contrassegnato , , , , | 31 commenti

L’uomo in tinta

Nel parcheggio la tinta dei pantaloni, sfumatura di giallo da foglia autunnale, lo distingue nel grigiore piovoso del clima e degli uguali abbigliamenti a toni scuri degli altri viaggiatori. Contrasta poi, il colore delle braghe col giallo limone del trolley, nostalgia dell’estate passata. … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti, Storie di banchina | Contrassegnato , , , , | 35 commenti

Lo sbiadito

Sta in sella alla bici come fosse su un normale marciapiede e non su un binario con rotaie paralle sui due lati. Sta in sella aspettando, come non avesse mai fatto altro, impolverato da un biancore generale di pelle, capelli, … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti, Storie di banchina | Contrassegnato , , | 19 commenti

Divergenze di opinioni

“Posso?” Il distinto signore ha passato i settanta e pare non abbia intenzione di sedersi di fronte a me senza aver ottenuto il mio permesso. Il sedile è libero. Mi piace la sua antica cortesia. “Prego!” Un sorriso, uno sguardo … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di treno | Contrassegnato , , | 29 commenti

Il vecchio e il treno

Ha gli occhi azzurri nella faccia di vecchio. Un azzurro invecchiato con lui, acquoso, trasparente. Il vecchio ha capelli da vecchio, bianchi, come ci si aspetta debbano essere e una barba dello stesso colore che gli arriva fino al petto. … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti | Contrassegnato , | 9 commenti

Frammenti di umanitá pendolare/4

Le otto del mattino. Sulla panchina del primo binario un uomo fa colazione; da una sporta estrae formaggio, wurstel e cipollotti dispensando morsi ora all’uno, ora agli altri. Gli passo davanti in compagnia d’una arruffata chioma biondo platino che mi … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina, Storie di treno | Contrassegnato , , | 10 commenti

Presenze

Un fagotto di tela beige si muove al ritmo di un respiro addormentato. Un russare profondo rompe il silenzio della sala d’aspetto. Un homeless ha trovato rifugio dal gelo in un anfratto della piccola stanza. Nessuno lo disturba ma i visi dei … Continua a leggere

Pubblicato in Storie di banchina | Contrassegnato , , | 3 commenti

Karate sui binari

Incontrandolo nel sottopassaggio non lo riconosco. Ha l’aria normale di un pendolare qualunque. Cammina a passo spedito verso la scala che lo condurrà al binario, come tutti. Soltanto una volta in superficie lo identifico come l’uomo del karate. Ogni giorno … Continua a leggere

Pubblicato in Ritratti | Contrassegnato , | 9 commenti