Giulia

GiuliaGiulia. Film statunitense del 1977. Diretto da Fred Zinnemann. Basato sul romanzo Pentimento di Lillian Hellman.

  • Soggetto: Lillian Hellman
  • Sceneggiatura: Alvin Sargent
  • Fotografia: Douglas Slocombe
  • Montaggio: Marcel DurhamWalter Murch
  • Musiche: Georges Delerue

1978 – Premio OscarMiglior attore non protagonista a Jason Robards ; Miglior attrice non protagonista a Vanessa Redgrave ; 
Migliore sceneggiatura non originale a Alvin Sargent. Golden GlobeMiglior attrice in un film drammatico a Jane Fonda ; Miglior attrice non protagonista a Vanessa Redgrave

Il film si basa sul romanzo autobiografico di Lillian Hellman che appare in penombra, seduta sulla barca da pesca, all’inizio e alla fine della pellicola. E’ una storia di un amicizia profonda, come lo sanno essere le amicizie nate nell’infanzia. Un rapporto talmente stretto che potete trovare annoverato questo film, a torto o a ragione, anche su siti di cinema gay.  Ma credo che la questione non sia rilevante. Il cast di attori è davvero importante e credo che Vanessa Redgrave sia una splendida interprete che non fa rimpiangere il rifiuto del ruolo da parte di Faye Dunaway. Ho letto recensioni che trovano eccessivo il romanticismo di questo Film, visto che si svolge sullo sfondo della violenza della seconda guerra mondiale, ma si raccontano i ricordi di una persona e i ricordi sfuggono alla logica dell’ambientazione. La tensione e la paura di Lillian nell’affrontare il viaggio in treno che da Parigi la porterà a Mosca, via Berlino, improvvisandosi partigiana, è assolutamente credibile. Allo stesso modo lo sono i ricordi d’infanzia e le lunghe sequenze di silenzio legate allo sforzo creativo della stessa Lillian, nell’iniziare la sua carriera di commediografa. Un film da vedere.

Trama

Legate fin dall’infanzia da una profonda amicizia, la piccolo-borghese Lillian Hellman e Giulia, figlia di ricchi aristocratici ebrei, sono state divise dalla vita: la prima diventata la compagna del famoso “giallista” Dashiel Hammet e insegue il successo letterario scrivendo commedie; la seconda è andata a studiare medicina prima a Oxford, poi a Vienna dove scopre il socialismo. E’ il 1934, e nella capitale austriaca dilaga la violenza nazista, così, quando una telefonata la richiama d’urgenza a Vienna, Lillian trova l’amica in un letto d’ospedale, sfigurata da un manipolo di giovani hitleriani. Poi la perde di nuovo, finché, nel 1937, in occasione di un viaggio a Mosca per lo straordinario successo ottenuto da una sua commedia, Giulia, che si è ormai votata alla causa antinazista, chiede all’amica di portarle di nascosto a Berlino cinquantamila dollari da impiegare per gli espatri clandestini degli ebrei. Pur sapendo a quali rischi vada incontro, Lillian accetta e, a Berlino rivede per l’ultima volta Giulia, che le raccomanda la sua figlioletta, Lilly, affidata a un fornaio alsaziano. A Mosca, Lillian apprende che Giulia è stata assassinata dai nazisti. Data sepoltura all’amica, si impegna con tutte le sue forze, ma invano, nella ricerca della piccola Lilly. Ormai sola, al crepuscolo della vita, Lillian troverà conforto nel ricordo delle uniche due persone, Giulia e Dashiell, che ha amato e che l’hanno amata.

Interpreti

  • Jane Fonda: Lillian Hellman
  • Vanessa Redgrave: Giulia
  • Jason Robards: Dashiell Hammett
  • Maximilian Schell: Johann
  • Hal Holbrook: Alan Cambell
  • Rosemary Murphy: Dorothy Parker
  • Meryl Streep: Anne Marie
  • John Glover: Sammy
  • Lisa Pelikan: Giulia da giovane

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno nei film e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Giulia

  1. stravagaria ha detto:

    Non lo ricordo ma è decisamente sulle mie corde perciò segno il titolo confidando in una riprogrammazione.

    "Mi piace"

    • Pendolante ha detto:

      Non ho avuto il tempo di commentarlo ma é un film con un gran cast. Ho letto recensioni che lo trovano troppo romantico, data la tematica, ma é un “difetto” che si fa perdonare

      "Mi piace"

      • Fabio ha detto:

        E’ un film che ho amato molto. Non sono obiettivo, lo riconosco. Fred Zinneman è un regista leggendario, cretore di un film culto come Mezzogiorno di Fuoco, il cast è stratosferico, con un Jason Robards che è uno dei miei attori preferiti che interpreta uno dei miei scrittori preferiti, Dashiell Hammett. Inoltre Jane e Vanessa all’epoca avevano il suo perchè per dirla alla modenese. Ricordo che riscosse grande successo presso il pubblico femminile, ancora abbastanza vicino al femminismo, perchè raccontava una inusuale amicizia fra donne in contrapposizione alla tradizionale amicizia virile. Può essere che sia sbilanciato sul versante melo’, il romanzo ha uno stile più asciutto. Ma come ho detto, ho amato troppo questo film per giudicarlo con obiettività.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...