Lungo treno del sud

Lungo treno del sud di Piero Ciampi. Dall’Album Piero Litaliano, 1963

Interpretazione di Mariella Nava

Tinge un prato di nero e nasconde
l’orizzonte e le rocce del mare,
poi scompare come il tempo nei sogni
e tra i fiori m’abbandona quaggiù…

Lungo treno del Sud
che a mezzogiorno
passi accanto al mio campo
distruggendo il silenzio.

Lungo treno del Sud,
dove hai portato
quella dolce fanciulla
che tanto amai?

Ti prego quando tu la vedrai
dille che l’aspetto quaggiù…

Lungo treno del Sud
al tuo passare
sento i fiori ed il mare
dire al mio cuore
“piangi chi mai più rivedrai.”

Annunci

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Il treno in musica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Lungo treno del sud

  1. Fabio ha detto:

    Stavolta niente da dire sulla scelta. L’unico vero, grande, disperato chansonnier italiano. Una vita frenetica e dissipata, bruciata via come una delle sue immancabili sigarette.
    Ma, mi consenta, la cover dell’inutile Nava?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...