Passatempi

image
In attesa sul binario mi avvicino, leggendo, alla colonna e senza guardare spengo la sigaretta sulla grata del posacenere, lasciandovi il mozzicone accartocciato. Lì rimango finchè un pestare cadenzato di bastone si avvicina e l’ombra di un uomo copre il sole sulle pagine. Condividiamo in un attimo lo stesso metro quadrato, io, il palo ed il vecchio. Il suo armeggiare mi recupera dal libro. Spostamento istantaneo d’attenzione: camicia a scacchi su grigi pantaloni della tuta, lui si sporge sul posacenere, vi guarda dentro, alza una mano e spinge la cicca nell’apertura che la ingoia. Si trattiene un attimo ad osservare, poi un accenno, l’intenzione di andarsene, cambia idea, controlla, di nuovo si sporge sulla voragine del posacenere.
Tutto è in ordine ora.
Si sposta, pochi passi, verso il distributore di bevande. Lo osserva, medita, si volta e torna da dove è venuto. Il bastone riprende a battere l’asfalto accompagnando il vecchio verso altre incombenze.

Informazioni su Pendolante

Pendolo dal 14 dicembre 2004. Per fare 43 km mi accontento di un’ora e tre mezzi di trasporto. Sono e faccio molte cose, ma qui sono solo una Pendolate. (Photos by Filippo Maria Fabbri)
Questa voce è stata pubblicata in Ritratti, Storie di banchina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Passatempi

  1. stravagaria ha detto:

    Con l’età si diventa meticolosi, chissà se fa così anche a casa 😉

    "Mi piace"

  2. tiptoetoyourroom ha detto:

    Questo sì che si chiama saper scrivere. Complimenti, un pezzettino davvero ben riuscito.
    Ciao 🙂

    "Mi piace"

  3. Miss Fletcher ha detto:

    Concordo con Tiptoe, una fotografia e un piccolo quadro, guardare gli altri attraverso i tuoi occhi è davvero bello!

    "Mi piace"

  4. pendolo0 ha detto:

    Hai trovato il pendolare ossessivo-compulsivo! 🙂

    "Mi piace"

  5. Calikanto ha detto:

    Che voragine di solitudine.

    "Mi piace"

  6. Topper ha detto:

    Un tipo preciso, pare. Al distributore non avrà trovato la Coca Cola e non avrebbe mai potuto scegliere la Pepsi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...